Viaggiare in autobus, treno e bicicletta

Chi intende trasportare la propria bicicletta sui mezzi di trasporto pubblico deve tenere in considerazione alcuni aspetti.

Tariffe per il trasporto di biciclette

Il trasporto della bicicletta sui mezzi pubblici è soggetto a pagamento:

  • 3,50 euro tariffa giornaliera (indipendentemente dal numero e dalla lunghezza dei viaggi) per i titolari di AltoAdige Pass, così come per i titolari degli abbonamenti per studenti e anziani con i servizi a pagamento attivati.
    L’importo viene addebitato come segue: l’AltoAdige Pass ad ogni viaggio deve essere avvicinato all’obliteratore una seconda volta, selezionando e confermando il simbolo della bicicletta.
    I chilometri relativi al trasporto bicicletta NON vengono aggiunti al conto chilometrico del titolare dell'AltoAdige Pass.
  • biglietto giornaliero da 7,00 euro per passeggeri in possesso di altri abbonamenti e titoli di viaggio, acquistabile presso le biglietterie autorizzate e le emettitrici automatiche, da obliterare ad ogni viaggio.

Ulteriori disposizioni

  • Bicicletta per bambini (fino a 20 pollici): il trasporto è gratuito.
  • Bicicletta pieghevole (piegata) e monociclo: il trasporto è gratuito (ammesso nel portabagagli dell’autobus oppure in alternativa stivati in una borsa).
  • Rimorchio bici: sui treni il trasporto è gratuito; deve essere sganciato dalla bici.
  • Handbike (bici reclinata): il trasporto è gratuito; ammesso esclusivamente se c’è spazio sufficiente nel portabagagli dell’autobus.
  • Bici elettrica / Pedelec: può essere trasportata come una normale bicicletta, a condizione che le norme di sicurezza in base al peso della stessa siano garantite.

Queste tariffe e disposizioni sono valide esclusivamente all’interno dell’area di competenza del Trasporto Integrato Alto Adige, sui treni regionali fino a Trento, fino al Brennero e fino a S. Candido/Versciaco.
Per i viaggi ferroviari interregionali in direzione sud, il rispettivo biglietto può essere acquistato presso i punti vendita Trenitalia.
Per i viaggi in direzione Tirolo del Nord/Tirolo dell’Est il biglietto per la relativa tratta (p.e. Brennero-Innsbruck oppure S. Candido-Lienz) deve essere acquistato presso i punti vendita ÖBB/VVT.

Limiti nella possibilità di trasporto delle biciclette, la sicurezza innanzitutto

Nel processo di modernizzazione del trasporto ferroviario locale e delle stazioni, con accessi privi di barriere architettoniche e l’utilizzo di nuovi treni a pianale ribassato, sono state adottate misure per agevolare il trasporto delle biciclette sui treni.

Tuttavia, il sistema di trasporto pubblico in Alto Adige è stato concepito in prima linea per il trasporto di persone. Sono infatti difficilmente conciliabili i tempi brevi di viaggio e di coincidenza, l’intenso flusso di passeggeri, specialmente nelle ore di punta, così come nel fine settimana, con le manovre di carico e scarico dispendiose in termini di tempo e con il trasporto di un elevato numero di biciclette. Il grande afflusso di biciclette sui marciapiedi nelle stazioni e sui treni è problematico per motivi di sicurezza. In caso di sovraccarico il personale delle ferrovie può vietare il trasporto delle biciclette, per cui non è garantito che tutti i passeggeri pur in possesso di un biglietto valido possano salire a bordo.

In linea di massima il trasporto delle biciclette su mezzi pubblici è possibile solo se vi è posto disponibile e se la sicurezza è completamente garantita. Non è prevista la possibilità di prenotare i posti. I treni locali possono trasportare circa 16-18 biciclette negli appositi scompartimenti o vani bici. In alcuni autobus extraurbani singole biciclette possono essere stivate nel bagagliaio, mentre nei nuovi autobus a pianale ribassato il trasporto non è ammesso. Non è consentito trasportare biciclette sugli autobus urbani e nei citybus.

Appositi portabici con circa 5-6 posti sono a disposizione da primavera fino ad autunno sugli autobus delle seguenti linee:

  • Linea 273 Malles - Martina (27.03.2016 – 07.11.2016)
  • Linea 245 Merano - Val d’Ultimo - Lana (27.03.2016 – 07.11.2016)
  • Linea 321 Bressanone - St. Andrea - Plose (11.04.2016 – 23.12.2016)
  • Linea 340 Bressanone - Chiusa - Funes (11.04.2016 – 23.12.2016)

Le fermate, dove le biciclette possono essere caricate, sono indicate nell’orario con il simbolo della bicicletta.

Alternativa: noleggio bicicletta

Per favorire le escursioni in bicicletta e con i mezzi di trasporto pubblico nonché per contrastare il sovraffollamento sui treni, vi è una stretta collaborazione con i punti privati di noleggio biciclette, situati presso le stazioni ferroviarie.
Il biglietto combinato “bikemobil Card” permette l’utilizzo di tutti i mezzi pubblici sul territorio provinciale insieme al noleggio di una bici (per una sola volta al giorno). La bikemobil Card è disponibile per uno, tre o sette giorni consecutivi.
Il biglietto può essere acquistato presso tutti i punti di noleggio aderenti, gli uffici turistici e presso i punti di vendita del Trasporto Integrato.
Le biciclette noleggiate possono essere restituite in un qualsiasi punto di noleggio aderente della medesima organizzazione di noleggio (“Bici Alto Adige” oppure “Papin Sport”). Con la bikemobil Card non è previsto il trasporto della bicicletta sui mezzi di trasporto pubblico.

Ulteriori informazioni:

Link: